NUVOLE MAMMATUS SU TRENTO

V’erano rocce
e boschi informi. Ponti sopra il vuoto
e quell’immenso grigio, cieco stagno
che premeva sul fondo come un cielo
di pioggia sui paesaggi della terra.
Fra i prati tenue e piena di promesse
correva come un lungo segno bianco
l’incerta traccia della sola strada.

E quell’unica strada era la loro.

Da Rainer Maria Rilke, Poesie, Torino, Einaudi, 1983

Aggiungi ai preferiti : Permalink.