NOVITA’ IN LIBRERIA: LE QUESTIONI DEL PAESAGGIO

Le «questioni» contenute in questo pamphlet vogliono percorrere un tratto di sentiero nella direzione della comprensione del tema del paesaggio. Ma non un sentiero in ambiente speculativo, come quello, ben più significante, di heideggeriana memoria. Semmai, un cammino accidentato e scosceso di montagna. Come quello delle cime porfiriche di certi angoli delle Alpi dove, per poter garantire la continuità visiva del percorso, sono messi a sentinella e a indicatori degli informali cippi formati da pietre sovrapposte a mo’ di piramide (omeneti = piccoli uomini, nella parlata locale). Così, la definizione di paesaggio e le dieci questioni che aprono questo scritto, hanno il compito di indicare, come un’infilata di omeneti, un possibile percorso. Nella consapevolezza che la montagna (il paesaggio, cioè) è ricca di potenziali percorsi, dove spesso è possibile perdersi, confondendo le pietre per segnali. E nella certezza che, in ogni caso, quello che si sta percorrendo è uno dei tanti sentieri possibili per arrivare alla mèta; la lettura, l’interpretazione, la codificazione di un fenomeno che riguarda tutti: studiosi, turisti, abitanti e osservatori.

Alessandro Franceschini
Le questioni del paesaggio

LISt Lab (Trento/Barcellona), 2017
ISBN: 9788899854676
122 pagine, 12 euro

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi